Creati ad Immagine e Somiglianza di Dio
May 18, 2016

     ‘Siamo fatti ad immagine e somiglianza di Dio: questa semplice e magnifica verità può cambiare il modo in cui guardiamo noi stessi – e il modo in cui viviamo.’

 

Le qualità che crediamo appartengano a Dio sono le medesime che troviamo nel nucleo stesso della nostra natura. In essenza, noi siamo ciò che Dio è. Nel profondo del cuore di chi siamo davvero, una volta spogliati di ogni falsità, c’è l’essenza luminosa della Coscienza Divina. La natura divina è la nostra vera natura.

Blue-Corona

In che consiste questa natura? Se pensiamo alle qualità divine, ci vengono spesso in mente la luce, l’amore, l’armonia, la saggezza e la bellezza – e senza dubbio questi sono alcuni dei principali aspetti costitutivi della Natura Divina. Eppure, esiste anche un’altra qualità divina essenziale che viene spesso trascurata: la creatività. La creatività fertile, abbondante, sfacciatamente stravagante è l’espressione quintessenziale della Coscienza Divina. La creatività istiga ed orchestra perfino la creazione dei mondi!

Riflettiamo un momento sull’ingresso del divino nel campo del tempo e dello spazio, il ‘big bang’: una smisurata valanga di energia, l’erompere di infinite possibilità che si allargano in modo esponenziale in ogni direzione. Pensiamo all’immensità e alla maestosità dei mondi – alla vastità e bellezza del cosmo, alla lussureggiante varietà che si trova nella natura, alla molteplice, intricata fioritura di tante, incredibili forme. Sulla terra, nei mari e nell’aria, questo splendido pianeta azzurro brulica di vita verdeggiante. Ovunque volgiamo lo sguardo vediamo un inesauribile flusso di creatività. Siamo stati progettati per essere intrinsecamente capaci di dar luce a creazioni fresche, originali, vibranti.

La natura umana proviene dalla stessa matrice di Mente/Cuore/Essere che ha dato forma al turbinio degli atomi e delle galassie.  La creatività è innata dentro di noi, come in Dio. La natura del nostro Essere è quella di far sgorgare un inesauribile torrente di nuove creazioni, nuove idee, nuove forme e forme-pensiero. Quando attingiamo alle nostre risorse interiori, smettiamo di fare affidamento alle piccole, limitate capacità della nostra natura condizionata. Poiché siamo un progetto, un canovaccio divino, abbiamo a nostra disposizione l’inesauribile fonte dell’infinito.

Crest of the Wave

Quando consentiamo a noi stessi di essere creativi, ci sintonizziamo con questo potere della creazione. È facilissimo cadere nelle trappole della vita quotidiana e dei suoi insignificanti problemi. Quando siamo stressati ne veniamo sopraffatti e non riusciamo più a vedere una via d’uscita da ciò che ci tiene prigionieri. Quando invece schiudiamo il canale creativo è come se aprissimo la porta di una gabbia. La nostra anima spicca il volo, lasciando dietro di noi i confini ristretti di tutte le definizioni limitanti che diamo a noi stessi, per librarci nei cieli immensi della libertà. Ogni volta che diamo vita alla nostra creatività innata ci ricordiamo la vera estensione della nostra anima, l’immensa vastità di ciò che siamo davvero.  Una volta assaporata questa vera dimensione, non è più tanto facile tornare a restringersi, a rimpicciolirsi. E ci portiamo dietro questa spaziosità nella nostra vita di tutti i giorni: lentamente, in profondità, tutto cambia.

L’espressione creativa autentica e palpitante ristabilisce la nostra connessione con lo Spirito. È il luogo dove ‘diventiamo come i bambini’ – e possiamo dunque accedere al Regno dei Cieli che sta dentro di noi. Questo regno è una modalità dell’Essere – una qualità della consapevolezza al 100% presente nell’Adesso. Immersi nel flusso del processo creativo sospendiamo il metronomo del tempo ed entriamo nel silenzio dell’eternità. In questo spazio intimo siamo in grado di percepire le correnti sottili e gli imperativi interiori che sorgono dal profondo di noi stessi. Riusciamo a sentire i ‘sussurri dall’Eternità’, l’esile voce silente della guida divina.

Poiché siamo creati ad immagine e somiglianza di Dio non ci sentiamo appagati fino a quando non viviamo la nostra vera natura. L’ordine di grandezza della creatività divina è tale da spargere stelle come semi e trasformare i mondi. Questo stesso potere creativo del divino pulsa in ogni creatura, palpita attraverso ogni essere vivente e si espande mediante ogni evoluzione. Non siamo noi ad inventare il potere creativo – non proviene da noi, e neppure ci appartiene. È come la Vita – un dono – una presenza miracolosa che si muove dentro e attraverso di noi, una presenza che noi SIAMO.  Il nostro unico compito è quello di essere dei canali aperti – di consentire con gioia all’esuberante cascata di energia divina di muoversi attraverso di noi. Quando il fiume di creatività divina scorre attraverso il nostro corpo e il nostro Essere diventiamo ricettacoli dell’infinito. Le nostre vite entrano in armonia con la sinfonia della creazione. Creati come siamo ad immagine e somiglianza del creatore cosmico, ‘creare mondi’ è la nostra natura – ed è proprio questo che facciamo, anche se non siamo consapevoli del nostro potere. Rivendicando il nostro diritto divino, un diritto acquisito per nascita, possiamo creare con più consapevolezza e in modo più potente ed armonioso. Possiamo servire da canali per l’infinito serbatoio di forza creativa, con lo scopo di creare mondi d’amore, saggezza e bellezza.

Leave a Comment